Amplificatori operazionali(AO) a singola alimentazione

Come si monta un amplificatore Operazionale su circuito stampato o breadboard? la doppia alimentazione che troviamo in quasi tutti gli schemi dei libri è abbastanza scomoda a meno che non disponiate di un laboratorio provvisto di un alimentatore duale o qualcosa di più specifico.  C'è un metodo per usare solo una singola alimentazione (+/- Vcc), ovviamente per non ammattirci consiglio di usare quella +Vcc. Innanzitutto:

Continue reading “Amplificatori operazionali(AO) a singola alimentazione” »

0 Pollice su se ti piace
Cosa ne pensi?
  • Interessante (0)
  • Noioso (1)
  • Molto utile (1)
  • Discreto (1)
1 vote

Il miglior libro sull'elettronica

Dispositivi e circuiti elettronici

Mi è appena arrivato "Dispositivi e circuiti elettronici" del grande professor Mirri(1988). Davvero un bellissimo libro, era dai tempi in cui frequentavo l'ITIS che volevo comprarlo. E' certamente il miglior testo di base sull'elettronica mai esistito secondo me con trattazione esaustiva di tutte le configurazioni BJT e FET, sono riuscito a reperirlo su ebay praticamente nuovo. Da consigliare assolutamente; quando facevo Ingegneria ci fecero comprare "Microelettronica" di Millaman un libro assolutamente scarso, su amazon c'è anche una mia recensione(2 stelline :D ).

Microelectronics

Nel libro c'è anche una trattazione molto buona delle giunzioni e dei sistemi RC oltre a un capitolo finale sui multivibratori. Il libro venne stampato ai tempi in cuii programmi ministeriali erano molto più ampi degli attuali. C'è ancora qualcuno che lo vende su ebay, 5 stelline :D

Se volete leggere una mia recensione completa cliccate qui: http://elettronicamaster.altervista.org/recensione-libri/

Mi è appena arrivato anche il vol 2, oltre 1000 pagine su Reazione multivibratori, amplificatori selettivi ed altro ancora. Un altro must :)

0 Pollice su se ti piace
Cosa ne pensi?
  • Molto utile (0)
  • Interessante (0)
  • Discreto (0)
  • Noioso (0)
0 votes

Realizzazione circuiti stampati (5)

Siamo arrivati all'ultimo passo per la realizzazione di circuiti stampati il più semplice. Dopo aver tolto la basetta dall'acido in cui era immersa e aver costatato che è rimasto solo le piste con il tracciamento del pennarello dovete lavarla sotto acqua corrente accuratamente. A questo punto dopo averla sciugata con un batuffolo di cotone imbevuto di spirito togliete il pennarello in modo da lasciare esposte le piste di rame.

  • Lavare la basetta  e realizzare i fori per i reofori dei componenti

 

Lavate le basette!

 

A questo punto dovete realizzare i fori sulla basetta in modo da inserire i reofori dei componenti per la saldatura.  Una punta da 1/1,5 mm può andar bene io uso quella da 1,5 mm. Ecco la basetta come deve esere alla fine:

 

Circuito stampato!

Ed ecco quindi il vostro circuito stampato :)

0 Pollice su se ti piace
Cosa ne pensi?
  • Molto utile (0)
  • Interessante (0)
  • Discreto (0)
  • Noioso (0)
0 votes

Realizzazione circuiti stampati (4)

A questo punto dopo aver realizzato le piste col pennarello indelebile procuratevi una bacinella di plastica in cui verserete il liquido corrosivo(cloruro ferrico) che servirà per sciogliere le zone di rame che non servono lasciando le piste di rame che a oi interessano.

  • Immersione della basetta nel liquido corrosivo

Come detto lo trovate nei negozxi di elettronica, eventualmente ve lo danno da diluire. Se avete pulito per benje la basetta con dell'alcol denaturato il procedimento di scioglimento può durare 2 anche 3 ore a seconda di quanto è concentrato il vostro acido. Una volta notato che rimangono solo le piste potete togliere la basetta dall'acido.

 

Immersione basetta in acido

0 Pollice su se ti piace
Cosa ne pensi?
  • Molto utile (0)
  • Discreto (0)
  • Noioso (0)
  • Interessante (1)
0 votes